XXI MOSTRA NAZIONALE DI ARTE ANTICA

sabato 26 settembre 2015

Si chiude domani, domenica 27 settembre, la XXI edizione di Treviso Antiquaria, mostra nazionale di arte antica, evento gratuito organizzato sin dal 1994 dall’Associazione Trevigiana Antiquari che si tiene ogni anno a Casa dei Carraresi a Treviso. 

Un’edizione molto positiva, come commenta il Presidente dell’Associazione Treviso Antiquaria, Francesco Li Volsi, organizzatore della mostra: “Sono migliaia i visitatori che sono venuti a trovarci in questi giorni, siamo molto soddisfatti. Mi sento di ringraziare il team che ha reso possibile la realizzazione anche quest’anno di un evento, totalmente gratuito, che è ormai nel cuore di tutti: il vicepresidente Federico Andrisani, il Segretario Roberta Trevisan e Fabio Zoratto e Lavinia Colonna Preti che segue la comunicazione dell’evento, oltre che i nostri antiquari che l'hanno resa un’edizione così speciale, l’Associazione Rivivere Treviso e tutti colori che stanno lavorando al fine di rendere sempre più bello e vivo il centro di Treviso". 

Questa edizione di Treviso Antiquaria ha confermato le tendenze attuali del mercato antiquario: grande interesse per i dipinti dell’800 di artisti veneti, ma anche per le icone russe e veneto-cretesi, per i gioielli antichi, soprattutto di designer importanti inglesi e americani, e si segnala un ritorno importante all’acquisto di mobili veneti, anche tra le coppie più giovani, soprattutto credenze e trumeau del ‘700. In generale sono state molto richieste le "grandi firme" di tutti i settori, dai quadri agli argenti, dai vetri alle ceramiche, che assicurano la sicurezza di un acquisto dal valore sicuro e protetto nel tempo. 
Protagonisti di Treviso Antiquaria anche quest’anno una trentina di antiquari e gallerie d’arte provenienti da tutta Italia che offrono, ancora per oggi al pubblico, un’incredibile varietà di opere: dipinti dal ‘500 ai primi del ‘900, ceramiche, tappeti e arazzi, gioielli e argenti, libri e stampe antiche, sculture, mobili e arredi, testimoni di una ricchezza che, per la sua importanza, viene da secoli tramandata con cura di generazione in generazione. 

Si chiude domani, domenica 27 settembre, la XXI edizione di Treviso Antiquaria, mostra nazionale di arte antica, evento gratuito organizzato sin dal 1994 dall’Associazione Trevigiana Antiquari che si tiene ogni anno a Casa dei Carraresi a Treviso. 

Un’edizione molto positiva, come commenta il Presidente dell’Associazione Treviso Antiquaria, Francesco Li Volsi, organizzatore della mostra: “Sono migliaia i visitatori che sono venuti a trovarci in questi giorni, siamo molto soddisfatti. Mi sento di ringraziare il team che ha reso possibile la realizzazione anche quest’anno di un evento, totalmente gratuito, che è ormai nel cuore di tutti: il vicepresidente Federico Andrisani, il Segretario Roberta Trevisan e Fabio Zoratto e Lavinia Colonna Preti che segue la comunicazione dell’evento, oltre che i nostri antiquari che l'hanno resa un’edizione così speciale, l’Associazione Rivivere Treviso e tutti colori che stanno lavorando al fine di rendere sempre più bello e vivo il centro di Treviso". 

Questa edizione di Treviso Antiquaria ha confermato le tendenze attuali del mercato antiquario: grande interesse per i dipinti dell’800 di artisti veneti, ma anche per le icone russe e veneto-cretesi, per i gioielli antichi, soprattutto di designer importanti inglesi e americani, e si segnala un ritorno importante all’acquisto di mobili veneti, anche tra le coppie più giovani, soprattutto credenze e trumeau del ‘700. In generale sono state molto richieste le "grandi firme" di tutti i settori, dai quadri agli argenti, dai vetri alle ceramiche, che assicurano la sicurezza di un acquisto dal valore sicuro e protetto nel tempo. 
Protagonisti di Treviso Antiquaria anche quest’anno una trentina di antiquari e gallerie d’arte provenienti da tutta Italia che offrono, ancora per oggi al pubblico, un’incredibile varietà di opere: dipinti dal ‘500 ai primi del ‘900, ceramiche, tappeti e arazzi, gioielli e argenti, libri e stampe antiche, sculture, mobili e arredi, testimoni di una ricchezza che, per la sua importanza, viene da secoli tramandata con cura di generazione in generazione. 

lunedì 21 settembre 2015

Il Taglio del nastro con le Autorità
La bellezza dell’arte antica per 2 settimane a Casa dei Carraresi a Treviso Treviso Antiquaria, XXI Mostra Nazionale di Arte Antica, che rimarrà gratuitamente aperta al pubblico a Casa dei Carraresi a Treviso fino al 27 settembre 2015, ha aperto venerdì scorso con un cocktail d’inaugurazione per celebrare un’edizione molto attesa, in una stagione in cui la grande arte è finalmente tornata al centro della vita sociale di Treviso. A tagliare il nastro, il Vice Presidente della Provincia Franco Bonesso, il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, Paolo Corletto, membro del Consiglio di Attuazione e Amministrazione di Fondazione Cassamarca e il Presidente dell’Associazione Trevigiana Antiquari Francesco Li Volsi. 

Le vetrine di Casa dei Carraresi
L’evento è organizzato sin dal 1994 dall’Associazione Trevigiana Antiquari da sempre impegnata nella promozione dell’arte antica nel nostro Paese, con il Patrocinio dalla Regione Veneto, della Provincia e del Comune di Treviso, guidata anche quest’anno, insieme al Vicepresidente Federico Andrisani, il Segretario Roberta Trevisan e Lavinia Colonna Preti, che dal 2013 segue la comunicazione della mostra, dal suo Presidente Francesco Li Volsi, che ha commentato: “Per noi è un grande onore aprire questa incredibile stagione culturale 2015/2016 in rappresentanza di una delle eccellenze venete, il comparto dell’antiquariato e dell’arte antica. Treviso sta vivendo un momento culturale importante e, insieme all’Associazione Rivivere Treviso, con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare, invitiamo i nostri concittadini ad approfittare di questo momento unico: fino al 27 settembre potranno visitare gratuitamente Treviso Antiquaria, a ottobre inaugurerà l’eccezionale mostra de El Greco, a Casa dei Carraresi, arriverà Escher a Santa Caterina, riaprirà il Museo Bailo e tante altre splendide iniziative di cui avrete modo di avere notizia". 

 Come sempre, protagoniste di Treviso Antiquaria sono le opere d’arte selezionate per la loro
La conferenza stampa di presentazione
preziosità e unicità da una trentina di antiquari e gallerie d’arte provenienti da tutta Italia: dipinti dal ‘500 ai primi del ‘900, ceramiche, tappeti e arazzi, gioielli e argenti, libri e stampe antiche, sculture, mobili e arredi saranno i testimoni di una ricchezza che, per la sua importanza, viene da secoli tramandata con cura di generazione in generazione. Da una bellissima Madonna del ‘500 dipinta da Francesco di Simone a una carta geografica d’Italia incisa su legno per l’edizione tedesca della celebre Cosmographia Universalis di Sebastian Münster, da una collana in oro, giada e brillanti firmata da David Webb, il gioielliere delle star al boccale d’argento di Paul Storr, l’argentiere di corte di Giorgio IV fino a un rarissimo Saruk Ferahan, tappeto persiano da preghiera del XIX sec. saranno tanti i “pezzi di storia dell’arte” in mostra.



Il Taglio del nastro con le Autorità
La bellezza dell’arte antica per 2 settimane a Casa dei Carraresi a Treviso Treviso Antiquaria, XXI Mostra Nazionale di Arte Antica, che rimarrà gratuitamente aperta al pubblico a Casa dei Carraresi a Treviso fino al 27 settembre 2015, ha aperto venerdì scorso con un cocktail d’inaugurazione per celebrare un’edizione molto attesa, in una stagione in cui la grande arte è finalmente tornata al centro della vita sociale di Treviso. A tagliare il nastro, il Vice Presidente della Provincia Franco Bonesso, il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, Paolo Corletto, membro del Consiglio di Attuazione e Amministrazione di Fondazione Cassamarca e il Presidente dell’Associazione Trevigiana Antiquari Francesco Li Volsi. 

Le vetrine di Casa dei Carraresi
L’evento è organizzato sin dal 1994 dall’Associazione Trevigiana Antiquari da sempre impegnata nella promozione dell’arte antica nel nostro Paese, con il Patrocinio dalla Regione Veneto, della Provincia e del Comune di Treviso, guidata anche quest’anno, insieme al Vicepresidente Federico Andrisani, il Segretario Roberta Trevisan e Lavinia Colonna Preti, che dal 2013 segue la comunicazione della mostra, dal suo Presidente Francesco Li Volsi, che ha commentato: “Per noi è un grande onore aprire questa incredibile stagione culturale 2015/2016 in rappresentanza di una delle eccellenze venete, il comparto dell’antiquariato e dell’arte antica. Treviso sta vivendo un momento culturale importante e, insieme all’Associazione Rivivere Treviso, con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare, invitiamo i nostri concittadini ad approfittare di questo momento unico: fino al 27 settembre potranno visitare gratuitamente Treviso Antiquaria, a ottobre inaugurerà l’eccezionale mostra de El Greco, a Casa dei Carraresi, arriverà Escher a Santa Caterina, riaprirà il Museo Bailo e tante altre splendide iniziative di cui avrete modo di avere notizia". 

 Come sempre, protagoniste di Treviso Antiquaria sono le opere d’arte selezionate per la loro
La conferenza stampa di presentazione
preziosità e unicità da una trentina di antiquari e gallerie d’arte provenienti da tutta Italia: dipinti dal ‘500 ai primi del ‘900, ceramiche, tappeti e arazzi, gioielli e argenti, libri e stampe antiche, sculture, mobili e arredi saranno i testimoni di una ricchezza che, per la sua importanza, viene da secoli tramandata con cura di generazione in generazione. Da una bellissima Madonna del ‘500 dipinta da Francesco di Simone a una carta geografica d’Italia incisa su legno per l’edizione tedesca della celebre Cosmographia Universalis di Sebastian Münster, da una collana in oro, giada e brillanti firmata da David Webb, il gioielliere delle star al boccale d’argento di Paul Storr, l’argentiere di corte di Giorgio IV fino a un rarissimo Saruk Ferahan, tappeto persiano da preghiera del XIX sec. saranno tanti i “pezzi di storia dell’arte” in mostra.



martedì 15 settembre 2015

Treviso si prepara a ospitare l’evento annuale, dedicato all’arte antica, più longevo d’Italia 


Dal 19 al 27 settembre, prenderà vita, ancora una volta nella splendida cornice di Casa dei Carraresi, Treviso Antiquaria, Mostra Nazionale di Arte Antica. 
Con la XXI edizione, l’evento patrocinato dalla Regione Veneto, dalla Provincia e dal Comune di Treviso, si conferma l’appuntamento culturale gratuito dedicato all’arte antica più longevo d’Italia: dal 1994, infatti, è organizzata dall’Associazione Trevigiana Antiquari (ATA), da sempre impegnata nella promozione dell’arte antica nel nostro Paese. 

Come sempre, protagoniste dell’evento saranno le opere d’arte selezionate per la loro preziosità e unicità da antiquari e gallerie d’arte provenienti da tutta Italia: dipinti dal ‘500 ai primi del ‘900, ceramiche, tappeti e arazzi, gioielli e argenti, libri e stampe antiche, sculture, mobili e arredi saranno i testimoni di una ricchezza che, per la sua importanza, viene da secoli tramandata con cura di generazione in generazione. 

Da una bellissima Madonna del ‘500 dipinta da Francesco di Simone a una carta geografica d’Italia incisa su legno per l’edizione tedesca della celebre Cosmographia Universalis di Sebastian Münster, da una collana in oro, giada e brillanti firmata da David Webb, il gioielliere delle star al boccale d’argento di Paul Storr, l’argentiere di corte di Giorgio IV fino a un rarissimo Saruk Ferahan, tappeto persiano da preghiera del XIX sec. saranno tanti i “pezzi di storia dell’arte” in mostra. 

Per sottolineare l’importanza dell’evento, il 18 settembre si terrà un evento di inaugurazione a porte chiuse alla presenza del Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, che effettuerà il taglio del nastro insieme al Presidente dell’Associazione Trevigiana Antiquari Francesco Li Volsi e il suo Vice Federico Andrisani, alla presenza dei maggiori rappresentanti delle istituzioni, del mondo artistico museale veneto e delle tante aziende trevigiane, dal bar Signori e Signore alla casa vinicola Le Contesse, che da anni credono nell’evento, sostenendolo. 

Sono una trentina gli antiquari, galleristi ed esperti d’arte che ci daranno, quindi, appuntamento dal 19 settembre per consigliarci con professionalità i pezzi di firma che assicurano un valore che dura nel tempo, gratificarci con un piccolo acquisto che ci dia l’emozione di possedere frammento di storia dell'arte, oppure, semplicemente, per raccontarci la magica storia che ci cela dietro a ognuno dei pezzi in mostra e far germinare la voglia di possedere qualcosa di antico e prezioso custode di un passato importante. 

Il Presidente ATA Francesco Li Volsi: “Auspico che eventi culturali come Treviso Antiquaria possano contribuire a riscoprire l’emozione di vivere la bellezza che l’arte antica ci regala, ma anche a far rifiorire il meraviglioso centro di una città meravigliosa, come Treviso, che sta per vivere un risveglio culturale importante. Siamo orgogliosi di essere la prima mostra che apre questo incredibile biennio 2015/2016 in rappresentanza del comparto dell’antiquariato, passione condivisa da un pubblico di ferventi appassionati e uno dei comparti storici fiori all’occhiello dell’imprenditoria trevigiana, che deve essere valorizzato. Per questo, collaboriamo con l'Associazione Rivivere Treviso con il fine comune di portare all'attenzione del grande pubblico le eccellenze del centro storico di Treviso, luogo di grande attrattiva, ricco di tradizioni e bellezze artistiche".

Treviso si prepara a ospitare l’evento annuale, dedicato all’arte antica, più longevo d’Italia 


Dal 19 al 27 settembre, prenderà vita, ancora una volta nella splendida cornice di Casa dei Carraresi, Treviso Antiquaria, Mostra Nazionale di Arte Antica. 
Con la XXI edizione, l’evento patrocinato dalla Regione Veneto, dalla Provincia e dal Comune di Treviso, si conferma l’appuntamento culturale gratuito dedicato all’arte antica più longevo d’Italia: dal 1994, infatti, è organizzata dall’Associazione Trevigiana Antiquari (ATA), da sempre impegnata nella promozione dell’arte antica nel nostro Paese. 

Come sempre, protagoniste dell’evento saranno le opere d’arte selezionate per la loro preziosità e unicità da antiquari e gallerie d’arte provenienti da tutta Italia: dipinti dal ‘500 ai primi del ‘900, ceramiche, tappeti e arazzi, gioielli e argenti, libri e stampe antiche, sculture, mobili e arredi saranno i testimoni di una ricchezza che, per la sua importanza, viene da secoli tramandata con cura di generazione in generazione. 

Da una bellissima Madonna del ‘500 dipinta da Francesco di Simone a una carta geografica d’Italia incisa su legno per l’edizione tedesca della celebre Cosmographia Universalis di Sebastian Münster, da una collana in oro, giada e brillanti firmata da David Webb, il gioielliere delle star al boccale d’argento di Paul Storr, l’argentiere di corte di Giorgio IV fino a un rarissimo Saruk Ferahan, tappeto persiano da preghiera del XIX sec. saranno tanti i “pezzi di storia dell’arte” in mostra. 

Per sottolineare l’importanza dell’evento, il 18 settembre si terrà un evento di inaugurazione a porte chiuse alla presenza del Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, che effettuerà il taglio del nastro insieme al Presidente dell’Associazione Trevigiana Antiquari Francesco Li Volsi e il suo Vice Federico Andrisani, alla presenza dei maggiori rappresentanti delle istituzioni, del mondo artistico museale veneto e delle tante aziende trevigiane, dal bar Signori e Signore alla casa vinicola Le Contesse, che da anni credono nell’evento, sostenendolo. 

Sono una trentina gli antiquari, galleristi ed esperti d’arte che ci daranno, quindi, appuntamento dal 19 settembre per consigliarci con professionalità i pezzi di firma che assicurano un valore che dura nel tempo, gratificarci con un piccolo acquisto che ci dia l’emozione di possedere frammento di storia dell'arte, oppure, semplicemente, per raccontarci la magica storia che ci cela dietro a ognuno dei pezzi in mostra e far germinare la voglia di possedere qualcosa di antico e prezioso custode di un passato importante. 

Il Presidente ATA Francesco Li Volsi: “Auspico che eventi culturali come Treviso Antiquaria possano contribuire a riscoprire l’emozione di vivere la bellezza che l’arte antica ci regala, ma anche a far rifiorire il meraviglioso centro di una città meravigliosa, come Treviso, che sta per vivere un risveglio culturale importante. Siamo orgogliosi di essere la prima mostra che apre questo incredibile biennio 2015/2016 in rappresentanza del comparto dell’antiquariato, passione condivisa da un pubblico di ferventi appassionati e uno dei comparti storici fiori all’occhiello dell’imprenditoria trevigiana, che deve essere valorizzato. Per questo, collaboriamo con l'Associazione Rivivere Treviso con il fine comune di portare all'attenzione del grande pubblico le eccellenze del centro storico di Treviso, luogo di grande attrattiva, ricco di tradizioni e bellezze artistiche".