XXI MOSTRA NAZIONALE DI ARTE ANTICA

lunedì 21 settembre 2015

Il Taglio del nastro con le Autorità
La bellezza dell’arte antica per 2 settimane a Casa dei Carraresi a Treviso Treviso Antiquaria, XXI Mostra Nazionale di Arte Antica, che rimarrà gratuitamente aperta al pubblico a Casa dei Carraresi a Treviso fino al 27 settembre 2015, ha aperto venerdì scorso con un cocktail d’inaugurazione per celebrare un’edizione molto attesa, in una stagione in cui la grande arte è finalmente tornata al centro della vita sociale di Treviso. A tagliare il nastro, il Vice Presidente della Provincia Franco Bonesso, il Sindaco di Treviso Giovanni Manildo, Paolo Corletto, membro del Consiglio di Attuazione e Amministrazione di Fondazione Cassamarca e il Presidente dell’Associazione Trevigiana Antiquari Francesco Li Volsi. 

Le vetrine di Casa dei Carraresi
L’evento è organizzato sin dal 1994 dall’Associazione Trevigiana Antiquari da sempre impegnata nella promozione dell’arte antica nel nostro Paese, con il Patrocinio dalla Regione Veneto, della Provincia e del Comune di Treviso, guidata anche quest’anno, insieme al Vicepresidente Federico Andrisani, il Segretario Roberta Trevisan e Lavinia Colonna Preti, che dal 2013 segue la comunicazione della mostra, dal suo Presidente Francesco Li Volsi, che ha commentato: “Per noi è un grande onore aprire questa incredibile stagione culturale 2015/2016 in rappresentanza di una delle eccellenze venete, il comparto dell’antiquariato e dell’arte antica. Treviso sta vivendo un momento culturale importante e, insieme all’Associazione Rivivere Treviso, con cui abbiamo avuto il piacere di collaborare, invitiamo i nostri concittadini ad approfittare di questo momento unico: fino al 27 settembre potranno visitare gratuitamente Treviso Antiquaria, a ottobre inaugurerà l’eccezionale mostra de El Greco, a Casa dei Carraresi, arriverà Escher a Santa Caterina, riaprirà il Museo Bailo e tante altre splendide iniziative di cui avrete modo di avere notizia". 

 Come sempre, protagoniste di Treviso Antiquaria sono le opere d’arte selezionate per la loro
La conferenza stampa di presentazione
preziosità e unicità da una trentina di antiquari e gallerie d’arte provenienti da tutta Italia: dipinti dal ‘500 ai primi del ‘900, ceramiche, tappeti e arazzi, gioielli e argenti, libri e stampe antiche, sculture, mobili e arredi saranno i testimoni di una ricchezza che, per la sua importanza, viene da secoli tramandata con cura di generazione in generazione. Da una bellissima Madonna del ‘500 dipinta da Francesco di Simone a una carta geografica d’Italia incisa su legno per l’edizione tedesca della celebre Cosmographia Universalis di Sebastian Münster, da una collana in oro, giada e brillanti firmata da David Webb, il gioielliere delle star al boccale d’argento di Paul Storr, l’argentiere di corte di Giorgio IV fino a un rarissimo Saruk Ferahan, tappeto persiano da preghiera del XIX sec. saranno tanti i “pezzi di storia dell’arte” in mostra.



Pin It

0 commenti:

Posta un commento